Morano Calabro

Tu sei qui

Morano CalabroMorano CalabroMorano CalabroMorano CalabroMorano CalabroMorano Calabro

Schede Verticali

Presentazione

Morano è un paese d'antichissima origine, fondata dai primi Gentili, distrutta e riedificata ai tempi del paganesimo. Ad epoca romana risalgono i toponimi di Muranum e di Summuranum, da cui deriva l'attuale denominazione del paese. È ricordato per la prima volta col nome di "Muranum" in un'antica pietra miliare del II secolo a.C. (132 a.C.) reperita a Polla, nel Vallo di Diano. Nel lapis Pollae, Muranum risulta stazione della Regio-Capuam, antica via consolare romana, comunemente conosciuta come Popilia-Annia. Successivamente, nel cosiddetto Itinerario di Antonino (II sec. d. C.) e nella Tabula Peutingeriana (III sec. d. C.), appare con il nome di Summuranum. All'epoca Romana risalgono i resti di un antico fortilizio, sui quali, in età normanno-sveva (1100-1200), sorse in cima al colle su cui si erge Morano, il nucleo originario del Castello. Nell'età medievale Morano fu feudo di Apollonio Morano, dei Fasanella ed Antonello Fuscaldo, il Castello appartenne nel XIV secolo ai Sanseverino di Bisignano feudatari di Morano, i quali lo ampliarono tra il 1515 e il 1545; nel 1614 veniva quindi alienato agli Spinelli principi di Scalea , proprietari fino al 1806. L'appellativo di Calabro venne aggiunto con un decreto di Vittorio Emanuele II del giugno 1863, per distinguerlo da Morano sul Po. Nel 2003 Morano riceve la "Bandiera Arancione" del Touring Club Italiano, sempre nello stesso anno entra a far parte dei "Borghi più belli d'Italia".

Strutture Morano Calabro

Vista esterna della struttura - Chalet Rocco Bed & Breakfast
Chalet Rocco Bed & Breakfast
Provincia: Cosenza Posizione: Entroterra
Lo Chalet Rocco Bed & Breakfast (quota 1100 s.l.m.) è situato nel cuore del Parco Nazionale del Pollino, una delle aree naturali più affascinanti e incontaminati d' Europa, capace di sbalordire il più smaliziato degli esploratori. La natura ha qui...